Decreto Dignità e nuova normativa sul gioco d’azzardo

Nei primi giorni del mese di settembre 2018 è entrato in vigore il Decreto Dignità che, dopo essere stato approvato dal Parlamento, ora è ufficialmente in vigore. La parte che maggiormente preoccupa i gestori e gli operatori del gioco d’azzardo è quella relativa alla pubblicità: infatti nel Decreto si fa divieto esplicito di realizzare qualsivoglia forma pubblicitaria sul gioco d’azzardo. La prima, immediata ripercussione di un tale provvedimento è ovviamente la scomparsa degli spot pubblicitari e radiofonici, così come la fine delle pubblicità cartacee su riviste o magazine volte a reclamizzare Gratta&Vinci, casinò on line, Lotto e quant’altro.

Leggi tutto: Decreto Dignità e nuova normativa sul gioco d’azzardo

Come combattere la dipendenza dal gioco d’azzardo

Le statistiche che periodicamente vengono pubblicate dai vari enti istituzionali preposti a monitorare l’andamento del gioco d’azzardo dimostrano con sempre maggiore chiarezza quanto le ludopatie siano una realtà da non sottovalutare. Se da un lato, infatti, non si deve demonizzare il gioco d’azzardo di per sé, considerandolo una sorta di “bestia nera”, dall’altro non si deve neppure sottovalutare il costo sociale che la dipendenza da esso esige.

Leggi tutto: Come combattere la dipendenza dal gioco d’azzardo

Le cause della ludopatia

Il gioco d’azzardo patologico è una malattia molto subdola, e si capisce il fatto che sia una malattia, contrariamente a quanto si potrebbe invece pensare, per un semplice motivo. Razionalmente parlando tutti sappiamo che il gioco d’azzardo, in qualunque forma lo si pratichi (casinò on line, lotterie istantanee, Bingo, Lotto e così via) ha una percentuale di restituzione del giocato davvero molto bassa, per non dire nulla.

Leggi tutto: Le cause della ludopatia

La lotta al gioco d’azzardo con il nuovo governo

Il gioco d’azzardo patologico è purtroppo una realtà molto sensibile nel nostro Paese, e sembra che il nuovo governo formato dal patto Lega Nord- Movimento 5 Stelle voglia dare una decisa stretta in questo senso. La “bestia nera” individuata da Luigi Di Maio, leader pentastellato e Ministro dello Sviluppo Economico con delega alle Telecomunicazioni, è il gioco on line, che in Italia ha ancora un’incidenza inferiore rispetto ad altri paesi europei, specie quelli del Nord Europa, ma crescente.

Leggi tutto: La lotta al gioco d’azzardo con il nuovo governo

Pagina 1 di 28