I benefici della liberalizzazione del gambling online per l'Italia

É datata nel 2011 la legalizzazione ufficiale da parte dell'AAMS, l'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, del gambling online in Italia. Risale quindi a tre anni fa l'intervento determinante questa scelta, operata dal Governo vigente allora, che ha battezzato, tra gli altri, anche nel Nostro Paese, i casino virtuali.

 

Successivamente, nel 2012, è stato approvato il decreto che legittimava l'apertura del mercato online alle slot machine, decretando infine l'apertura ufficiale delle frontiere agli operatori del settore. Quello che di può certamente affermare è che l'iter che ha portato alla liberalizzazione del mercato del web, in Italia, è stato abbastanza controverso, registrando delle battute d'arresto che hanno fatto pensare al peggio. Gli ostacoli maggiori sono arrivate da quelle forze politiche che mettevano in dubbio la bontà di tale approvazione, ma l'accrescere di società illegali ha fatto sì che si deliberasse una volta per tutte per la legalizzazione del settore. Un altro fattore che determino l'accelerazione delle procedure di liberalizzazione fu il bisogno, da parte dello Stato, di nuove entrate, per ovviare al periodo di crisi che attanagliava, e attanaglia ancora oggi, il Paese. Difatti, uno degli interventi determinanti in questo senso, arrivò direttamente dall'Europa, che condusse quasi per mano l'Italia verso una decisione definitiva. Decisione che non tardò ad arrivare, e si rivelò immediatamente vincente, viste le cifre da capogiro raccolte nel giro di pochissimi mesi dai distributori collocati nel territorio italiano. Molte spinte giunsero anche dai grandi nomi del gambling mondiale, sempre più impazienti di portare le proprie piattaforme virtuali sul suolo nostrano. Ora che questo mercato è una realtà consolidata, cosa possiamo dire al riguardo, quali sono stati i reali vantaggi per il nostro Paese? Come abbiamo già accennato, è evidente che questa mossa va nella direzione di un maggiore guadagno per l'erario dello Stato in primis, grazie alle tassazioni significative sulle licenze, che ricevono i fornitori di gambling virtuale qui da noi. Così come quelli terrestri, infatti, i casino online sono tassati in base al volume di giocate effettuate sulle rispettive piattaforme. Ma soprattutto, uno dei vantaggi più grandi apportati dalla liberalizzazione del 2011, è l'approvazione di una regolamentazione condivisa da tutti i gestori, e fornita dall'AAMS. Questo ha portato a una tutela maggiore dei giocatori, troppo spesso vittime di fornitori non legali che non offrivano nessuna garanzia agli utenti. La legalizzazione ha portato quindi anche a una diminuzione del mercato “nero”, sempre più contrastato da operatori legittimi. Inoltre, fattore da non sottovalutare, i casinò virtuali sono davvero alla portata di tutti, offrendo la possibilità di giocare utilizzando pochi centesimi di euro, o anche gratuitamente, a differenza delle sale live. Questo ha fatto sì che il gioco sia stato apprezzato dalle persone per quello che realmente è, una forma di divertimento. Sono infatti molti gli utenti che si concedono un momento di relax, utilizzando il pc di casa, o il proprio dispositivo mobile, che sia uno smartphone o tablet non fa differenza, per divertirsi senza troppe pretese. I giochi dei casino online, vista la grossa espansione del mercato attuale, sono davvero per tutti i gusti e, tra i preferiti dei giocatori italiani, troviamo le slot machine. Un mondo insomma che permette, grazie a tante modalità di gioco diverse, di staccare dallo stress del quotidiano per qualche momento, sempre senza esagerare.