Gioco d’azzardo e trading on line

La sempre maggiore diffusione dei casino on line e dell’abitudine di tentare la sorte attraverso canali telematici (app per smartphone o siti web) ha spinto sempre di più le persone a credere che anche il trading on line sia una sorta di “gioco d’azzardo”, per certi versi però più facile da prevedere delle semplici scommesse.

On line infatti si possono trovare anche moltissime piattaforme che cercano di accattivare utenti con la promessa di facili vincite e di guadagni stratosferici. Ma, come avvisa il CTCU (Centro Tutela Consumatori Utenti) bisogna fare molta attenzione e distinguere tra le diverse realtà che si possono trovare in rete. Ovviamente non è tutto oro quello che luccica, e se ci si getta in modo troppo avventato in un’impresa che non si conosce fino in fondo c’è il rischio che si possa rimanere profondamente delusi. Una delle forme di investimento più diffuse in rete sono le cosiddette “opzioni binarie”, definite da Wikipedia anche “opzioni esotiche”. Si tratta di un prodotto che non è finanziario e non si lega strettamente al gioco in borsa; è più che altro una “promessa” sulle scommesse. In pratica, quello che l’utente deve fare è piazzare una scommessa sul prezzo di alcuni titoli di borsa, cercando di prevedere se saliranno, scenderanno, o se resteranno in parità. All’apparenza verrebbe da pensare che fare questo genere di previsioni, nel momento in cui si diventi un po’ pratichi della materia, non dovrebbe essere troppo difficoltoso, ma la realtà è ben diversa. Questo tipo di puntate infatti vengono fatte su degli archi di tempo molto brevi; se quindi, sulla lunga distanza, è anche possibile prevedere con un ragionevole margine di errore quale potrebbe essere l’andamento di un titolo di borsa, sulla breve distanza questo è assai meno semplice. Nel corso di una giornata infatti il valore di un titolo può subire delle oscillazioni anche notevoli, apparentemente prive di senso e dunque imprevedibili. Puntando sulle opzioni binarie si può ottenere il 50 o addirittura l’80% se si indovina; ma nel caso in cui non si indovini si perde tutto. Le vincite stratosferiche promesse sono quindi quanto mai improbabili: si calcola che vi siano maggiori possibilità di vincita alla roulette, vale a dire affidandosi completamente al caso. E non è tutto. Anche nella remota ipotesi in cui si riesca a vincere, incassare il dovuto è meno semplice di quello che si possa pensare. Infatti le procedure di pagamento per le opzioni binarie sono a dir poco complesse: esistono numerose clausole che vincolano il vincitore rispetto alla possibilità di ricevere quanto gli spetta. Ad esempio, può essere fissato un tetto minimo, un importo sotto al quale le vincite non vengono liquidate. In altri casi, come nel gioco d’azzardo, è necessario che la cifra vinta venga nuovamente investita per un certo numero di volte prima che sia possibile incassarla. Purtroppo tutto questo viene celato all’utente finale, che spesso viene accattivato da false promesse di facili vincite. Inoltre in rete sono proliferate le piattaforme dove è possibile giocare con le opzioni binarie, e questi siti spesso hanno anche un aspetto molto invitante perché si avvalgono di sponsorizzazioni che vengono dal settore sportivo. I siti più noti sono 24option.com e BDSwiss; quest’ultimo è finanziato dalla squadra di calcio della Juventus. Dunque è bene stare in guardia: anche se le opzioni binarie vengono presentate come un gioco divertente al quale vincere con facilità, in realtà si tratta di un’attività molto rischiosa che può portare a perdere ingenti cifre di denaro in poco tempo.