Il gioco d'azzardo nel nostro Paese

Per lo Stato Italiano è più facile evidentemente promuovere in diversi e molteplici modi il gioco d'azzardo, anche online, piuttosto che far pagare le tasse a quella parte di cittadini che evade le tasse. Tutto il mondo è colpito da una crisi economica, ma soprattutto in paesi come il nostro, questo ne risente di più.

Tutto il mondo è in crisi, che essa si possa definire lavorativa ma specialmente economica, che non dà scampo a paesi come il nostro. Resta però il fatto che c'è un settore che sta andando controtendenza e che sembra non conoscere nè crisi, nè tantomeno rivali: stiamo parlando del mondo del gioco d'azzardo che è constantemente in continua crescita, sfiorando i 90 miliardi di euro annui. Questo grazie anche alla concessione del gambling online con l'approdo di giochi, come per esempio le slot machine online, che rendono sempre più vasto questo mercato in controtendenza.

Con l'aumento del giro d'affari di questo settore però aumenta fortemente anche la dipendenza da gioco d'azzardo, definita come ludopatia. Questa, è una malattia molto diffusa nel nostro paese e tocca diverse, se non tutte, le fasce d'età, inclusi cittadini minorenni che, sia al bar ed in tabaccherie, che ultimamente online, hanno più facilità di giocare ai giochi d'azzardo. Nonostante la crisi, è molto preoccupante il fatto che molti cittadini italiani continuano a buttare via grandi somme di denaro in lotterie, scommesse sportive, gratta e vinci, slot machine e casino online, mentre, nello stesso tempo, diminuiscono rispetto agli anni precedenti risparmi e consumi alimentari.

Purtroppo, il gioco d'azzardo sta rovinando molte persone, specialemente coloro che appartengono a ceti sociali economicamente e socialemente più bassi. Infatti, con la speranza di sbancare, di raggiungere il colpo grosso della vita, in modo che la loro situazione precaria cambi, s'imbattono in giochi di gambling distruggendo nel verso senso della parola la propria vita e quella dei propri famigliari, diventando dipendenti dal gioco. Ma lo Stato, a questo punto, che fa? Semplice, amplia la proposta di giochi, dando maggiori spazi alla pubblicità di operatori ed ai posti in cui è possibile giocare. Infatti, grazie ai media, agli spot in tv, alle pubblicità online o anche mentre si sta guardando una partita di calcio, il messaggio del gioco d'azzardo viene continuamente lanciato in modo forte ed allettante, spingendo le persone a credere che con pochi euro si possa davvero stravolgere la propria vita e che i giochi, nonostante la crisi, sono alla portata di tutti.

Ovviamente, nonostante la scritta "Gioca Responsabilmente", questo messaggio lanciato è chiaramente ingannevole, che ha come unico obbiettivo di attirare più persone possibili nella manna del gioco d'azzardo. Questo, come già accennato in precedenza, sta prendendo il sopravvento anche online, grazie a giochi come le slot machine online, dove le puntate minime accettate talvolta sono di pochi centesimi. Per cui, la gente spera in questi giochi, si alza al mattino col pensiero di poter sbancare una macchinetta al bar, con pochi euri, rallegrando la loro esistenza. Ma anche in caso di vincita, raramente cospicue, questo peggiorerà le cose, perchè saremo sempre indotti a giocare ai giochi d'azzardo e a quelli di gambling online, con la speranza di migliorare sempre più la nostra esistenza.