Il mercato del gioco d'azzardo on line in Romania

A partire da giugno 2015, il governo rumeno ha deciso di porre delle regole più precise che potessero servire a regolare il gioco d’azzardo on line. Infatti, sempre più Paesi si stanno accorgendo di quanto il gambling telematico possa diventare una risorsa per una nazione, poiché crea un notevole giro di denaro. Altrettanto importante, però, è cercare di dare una regola ben precisa alle modalità di gioco, e monitorare attentamente le agenzie autorizzate, per evitare le ludopatie e inserti malavitosi.

A parlare della strategia che la Romania ha deciso di mettere in atto è stata Cristinela Nestor, Presidente dell’Ufficio Nazionale dei Giochi rumeno. La Nestor ha fatto sapere che, a partire dal 24 giugno, sono stati otto gli operatori del settore che sono stati riconosciuti come legali in territorio rumeno, vale a dire Sc Bet Zone Srl, Pt Entertainment Services Malta, 888 Romania Limited, Headlong Limited, Unibet Limited, Reel Spain Plc, Sc Superbet online Srl. Questo però, afferma, non è che l’inizio, poiché ci sono molte altre società che hanno già inoltrato la domanda per un riconoscimento ufficiale, ed inviato tutta la documentazione necessaria, e che sono in procinto di ricevere un’approvazione definitiva da parte dell’ente preposto. La decisione di regolamentare il mercato dei casinò on line è nata dalla necessità di indirizzare verso le casse dello stato parte degli introiti derivanti da questa attività: secondo le previsioni, a fine 2015 lo Stato Rumeno potrebbe arrivare ad incassare anche oltre 100 milioni di euro attraverso le tasse imposte alle piattaforme di gioco autorizzate. La Nestor non si sbilancia circa il numero di operatori e utenti che già giocavano on line prima della regolamentazione del gioco, ma afferma che i dati verranno resi noti nei prossimi mesi. La normativa imposta dalla Romani al gambling on line, però, non si preoccupa solo del lato economico, ma anche e soprattutto del benessere dei giocatori. Avere piattaforme qualificate e certificate è una garanzia per chi investe il proprio denaro nel gioco d’azzardo, e non solo. All’interno delle nuove leggi che sono state stabilite c’è anche la decisione di istituire un’associazione contro le ludopatie. Infatti, afferma la Nestor, combattere la dipendenza dal gioco di azzardo è una lotta che deve essere portata avanti in modo congiunto e non solo dagli enti istituzionali. Questi ultimi sono sicuramente gli attori e i promotori principali; ma anche le realtà tutte, pubbliche e private, che gravitano attorno al mondo del gioco d’azzardo devono prendervi parte. Dunque si è deciso di creare una fondazione che raggruppi tutti coloro che possono prendere parte attiva nella prevenzione e nella lotta alle ludopatie, che si occupi di far rispettare le norme decise dal Comitato Europeo. La fondazione avrà, tra le altre cose, anche il compito di istituire un fondo economico, a cui parteciperanno tutti gli attori del comparto, che sarà finalizzato soprattutto alla sensibilizzazione delle fasce più giovani della popolazione. Si intende infatti mettere in atto una vasta gamma di azioni, tra cui la pubblicità responsabile, ma anche una presenza legale in grado di risolvere nei tempi più brevi possibili eventuali controversie che possano nascere tra giocatori e piattaforme on line. La Romani in questo modo ha creato una solida struttura all’interno della quale riuscire a dare una forma più tutelata ad una realtà multiforme quale è quella del gambling on line.